Star in cucina: le Ghost Kitchen dei VIP made in USA

Ghost Kitchen VIP negli USA: scopriamole insieme

Sempre più VIP aprono le proprie Ghost Kitchen negli USA

In un precedente articolo avevamo già avuto modo di parlarvi del fenomeno che da qualche mese a questa parte sta prendendo sempre più piede oltre oceano. Non stiamo parlando delle “comuni” Ghost Kitchen, che vi ricordiamo essere nate negli Stati Uniti circa 6 anni fa. La nostra attenzione è infatti rivota alle Ghost Kitchen dei VIP. Sono sempre più i personaggi famosi, cantanti, attori, showman e showlady che hanno scelto di puntare su questo modello. In alcuni casi si tratta di personalità già inserite nel settore dela ristorazione, come per esempio Guy Fieri, fondatore di Flavortown. Ma in alcuni casi abbiamo a che fare con VIP che si sono sempre occupati di altro. Nei paragrafi successivi andremo a scoprire alcune di queste Ghost Kitchen, approfondendo il loro menu e le loro prospettive per il futuro.

1) Goop Kitchen: Gwyneth Paltrow apre la sua Ghost Kitchen assieme a Chef Floresca

Lo scorso 8 marzo ha aperto a Los Angeles Goop Kitchen, una cucina fantasma del gruppo Goop, fondato nel 2008 dall’attrice statunitense Gwyneth Paltrow. A dirigere la cucina troviamo la Chef Kim Floresca, che ha alle spalle una consolidata carriera in alcuni prestigiosi marchi (“Per Se” ed “El Bulli” solo per citarne alcuni). Goop Kitchen punta molto sul cibo sano ed un menu adatto sia per onnivori che per vegani. Ogni pietanza è certificata con l’etichetta “Goop Certified Clean”, a garanzia dell’ottima qualità del cibo. Zuccheri trasformati, alimenti trasformati, glutine, soia, latticini, arachidi o conservanti sono rigorosamente proibiti nella cucina di Chef Floresca. I prezzi sono nel complesso abbordabili, salvo qualche eccezione di poco sopra la media rispetto ad altri ristoranti simili. Ma dopotutto, ricordiamoci che stiamo pur sempre ordinando un pasto da una Ghost Kitchen esclusiva, che non mira a svalutare il valore del cibo.

Ghost Kitchen VIP: Goop è la cucina fanstasma di Gwyneth Paltrow
Gwyneth Paltrow ha lanciato agli inizi di marzo la sua Ghost Kitchen del marchio Goop

 

2) Tyga Bites: il rapper Tyga ci introduce alle sue delizie a base di pollo

Un altro VIP rimasto molto affascinato dal modello della Ghost Kitchen è il rapper statunitense Tyga (nome d’arte di Michael R. Stevenson). Lui ha invece deciso di puntare sui nuggets di pollo, che è uno dei cibi d’asporto più ordinati in alcuni stati degli USA. Non ci sorprende quindi che il rapper abbia deciso di estrarre dal mazzo questo jolly. I nuggets di Tyga Bites sono realizzati solo con la migliore carne di pollo, certificata antibiotic-free. Assieme ai bocconcini si possono ordinare anche le proprie salse preferite. Tyga Bites è sulle principali piattaforme di Food Delivery Americane ed è attualmente disponibile in più di 20 stati. Stando ad alcune voci, Tyga starebbe pensando ad un’imminente espansione nel Mid-West americano, ma al momento non sono disponibili notizie ufficiali. I prezzi di una porzione di nuggets sono abbastanza in linea con il mercato, e la crescita maggiore degli ordini si è registrata in California ed in Florida.

Tyga ha lanciato il suo brand di delizie a base di pollo denominato Tyga Bites, al momento disponibile in più di 20 stati federali

 

3) Mr.Beast Burger: tutto nasce da uno youtuber appassionato di burger

Mr.Beast Burger è un brand che nel nostro paese non ha (per ora) fatto parlare molto di se. Negli USA le cose sono invece andate molto diversamente, tanto è vero che per alcuni Mr.Beast Burger è la vera rivelazione del 2021. Dietro questa catena di Ghost Kitchen, che ormai vanta più di 400 ristoranti in tutti gli Stati Uniti, c’è ancora una volta la Virtual Dining Concept. Il personaggio chiave dietro Mr.Beast Burger è lo youtuber Jimmy Donaldoson (in arte “Mr.Beast”), divenuto molto popolare grazie ai suoi video incentrati sul cibo. La prima Ghost Kitchen è stata aperta in North Carolina nel dicembre 2020, ed in poco più di 3 mesi sono sorte, come avevamo accennato in precedenza, centinaia di nuove cucine in tutte gli USA. Ciò che fa di Mr.Beast un brand promettente è la sua grande varietà di burger e contorni. Al momento Mr.Beast Burger ha aperto alcune cucine anche in Canada e sta valutando una futura apertura in Europa. Chissà che presto non avremo anche in Italia la possibilità di ordinare un burger dalla nostra piattaforma di Delivery preferita.

Jimmy Donaldson davanti ad una delle Ghost Kitchen di Mr.Beast Burger, brand che sta pensando di aprire le proprie cucine anche in Europa